Together we can stop the virus è il nome della nuova campagna HIV di Gilead, in collaborazione con 10 associazioni di pazienti, che ha lo scopo di raccontare in forma artistica la storia dell’HIV attraverso le varie fasi che la caratterizzano – Diagnosi, Trattamento, Successo della terapia, Qualità di vita – senza dimenticare lo Stigma, ancora radicato nella gran parte della popolazione.

5 opere visibili in realtà aumentata per immergersi nello storytelling dell’HIV a 360°.

Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Adolfo di Molfetta
È laureato in Cinema d'Animazione tradizionale al Centro Sperimentale di Cinematografia. All'estero ha collaborato come key animator 2d per diverse serie tv come “Lo straordinario mondo di Gumball”, “the Croods”, “Jack and Neverland pirates”, “DC superhero girls”. In Italia ha animato pubblicità e corti animati, vincitori di diversi premi e selezioni. Ha insegnato tecniche base d'animazione 2d in scuole e workshop. Nel 2019 ha collaborato con Bepart e Landworks alla creazione del Museo Argentiera in Realtà aumentata.
Mira:
scopo, bersaglio. Il punto in cui si fissa il desiderio. L’atto di osservare con meraviglia.
Mira è il nome del collettivo composto da Alessandra Atzori e Milena Tipaldo. Unendo le diverse tecniche audiovisive, Mira costruisce storie in grado di creare ponti tra le diverse aree dei saperi, e tra i saperi e la collettività. Tra le sue opere ci sono video installazioni per percorsi museali ed espositivi in collaborazione con realtà quali la Suzhou Design week, Museo Paleontologico di Montevarchi, Museo Archeologico delle Palafitte di Fiavè, Bioenergia Trentino e altri. La nostra Mira è aprire e sbloccare dialoghi, usando il potere dell’immagine in movimento, mettendo l’arte e la bellezza al centro di ogni nostra produzione per costruire un discorso culturale comune. Mira. Storie con un fine.
Viola Gesmundo
Laureata in Architettura al Politecnico di Torino, è una street artist e un'illustratrice. Vive e lavora fra l'Italia e l'Olanda. Nel 2016 ha vinto il bando internazionale “Porte ad arte”, che l'ha portata a realizzare l'opera muraria “Qui iniziava la città”. A Torino ha realizzato diversi altri murales, fra cui quello per la rassegna “La regina delle Alpi” (promossa da Murarte e Monkeys Evolution), dedicato al naturalista Giacinto Carena, inserito anche nel Museo di Arte Urbana Aumentata “Maua”. Realizza libri illustrati e workshop per bambini e collabora con diverse riviste e web magazine di settore.
Andrea Zucchetti
Con un background nella street art, ha frequentato il corso di Visual Fx & Concept Art presso l'Accademia delle Arti Digitali NEMO di Firenze e oggi è un digital artist. Ha realizzato produzioni di computer-generated imagery (CGI) per brand come Ikea, Campari, Fastweb, Rayban. Ha contribuito alla realizzazione degli effetti speciali dei film “Il primo re” e “Ride”. Nel 2019 ha realizzato un'installazione in realtà aumentata la per la Milano Design Week e ha collaborato con Bepart e Landworks alla creazione del Museo Argentiera in Realtà aumentata.
Gabriele Genova
Diplomato in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo, nutre una grande passione per il mondo delle marionette e per il teatro di figura. Ha partecipato a diversi progetti per la realizzazione di opere digitali in realtà aumentata, quali “Maua Milano” e “Palermo Città Aumentata”. Durante la Digital Week 2018 è stato fra i vincitori del contest “MDW 2018”, promosso da Bepart e Leftloft, grazie al poster animato in AR “Universal serial flower” (in collaborazione con Gianluca Patti). Attualmente frequenta il biennio di Illustrazione presso l’ISIA di Urbino.
Con il patrocinio di
in partnership con
Scarica l’App HIV stop the virus di Bepart,
inquadra l’immaginie frontalmente e goditi
l’esperienza artistica in AR